Stampa e Palazzo: il mondo alle prese con le tensioni in Ucraina, il governo con quelle nella maggioranza

Stampa e Palazzo: il mondo alle prese con le tensioni in Ucraina, il governo con quelle nella maggioranza

23 Febbraio 2022 Off Di admin


Stampa e Palazzo: il mondo alle prese con le tensioni in Ucraina, il governo con quelle nella maggioranza – 2022-02-22 09:35:47

AGI – Il pressing dei partiti sul governo per una informativa urgente sulla crisi ucraina; le tensioni nell’esecutivo dopo che la maggioranza e’ tornata a spaccarsi sulle misure anti Covid, con la Lega che si è ‘smarcata’ in commissione votando assieme alle opposizioni.
Nelle pagine politiche dei quotidiani trova ampio spazio anche la direzione del Partito democratico (con il segretario Letta che frena sui referendum), e il voto di oggi dell’Aula Senato sulla vicenda Open.
Corriere della Sera 
Maggioranza, nuove divisioni. La Lega schierata contro il green pass. E Giorgetti: lo stato di emergenza non si proroga. Letta frena sui referendum: “chiediamo serietà con governo. No a due quesiti, poi c’e’ il Parlamento”. E rilancia l’asse con M5s: ma si allarghi il campo. La nota politica di Massimo Franco è dedicata alle “due crepe simmetriche di schieramenti in affanno”. Il caso Open: “Si calpestano i diritti”. Renzi alla prva del Senato. Dem pronti a sostenerlo. Oggi il voto su Open. L’ex premier: “farò tremare l’aula”. Intervista al governatore Zaia: “Non ci sono più tabù, l’autonomia è di tutti. Questo Parlamento può scrivere la storia”.
La Repubblica
Affondo Lega-FdI contro il green pass. Maggioranza divisa, centrodestra anche. Bloccato il tentativo di abolirlo dal 31 marzo. Giorgetti: “basta proroghe allao stato di emergenza”. Berlusconi e Fico: “ora superiamo le emergenze”. Il retroscena: Per Draghi la misura è colma. Ora nessuna mossa è esclusa per fermare i blitz dei partiti. Letta: Stop larghe intese. “Nel 2023 per vincere. E avanti con i 5 stelle”. In direzione il segretario avvisa chi apre a una Lega ‘moderata’. Poi cita Rocky: “voglio occhi di tigre”. Sui referendum: “No a due quesiti, su altri tre c’è il Parlamento”.
La Stampa
La linea rossa di Draghi. Il premier: “il Parlamento faccia cio’ che crede, ma sulle riforme legate al Pnrr non transigo”. Il commento di Marcello Sorgi: “Se ora i leader sono tentati dalle elezioni”. Salvini rilancia l’assedio al governo: “Addio al Green pass e fine dell’emergenza”. Asse con FdI ed ex grillini. “Via al certificato verde il 31 marzo”. Il blitz fallisce ma nella maggioranza cresce la tensione. Letta avverte i suoi: “Stop alle divisioni, un pari non basta”. Il quotidiano torinese dedica ampio spazio al ‘Laboratorio Verona’, un viaggio in una delle grandi città al voto.
Il Messaggero
Letta blinda l’asse Pd-M5s, ma dubbi dem su Conte. Timori nella tenuta 5 stelle alle Comunali. La Lega sfida il governo, la maggioranza tiene: “Addio al Green pass”. Salvini difende la sua linea: “con la fine dell’emergenza basta certificato”. Il pressing dei partiti però non cambia la road map di Palazzo Chigi sul termine del regime speciale”.
Avvenire
Draghi, più lontano il blitz a Mosca. In bilico tra mediazione e sanzioni. Anche roma condanna il riconoscimento del Donbass. Il premir “segue la situazione, ma per ora assiste alle mosse di Macron e Scholz. Di Maio: “Pronti a riferire in Parlamento”. Fine vita, il Pd apre al dialogo. Il segretario, “Si trovi un punto di equilibrio, basta polarizzazione tossica”. E tra le condizioni include le cure palliative.
Libero
In prima pagina una fotografia del leader di Forza Italia con la compagna Marta Fascina: “Quel tam tam da Arcore. Berlusconi si sposa”. Nelle pagine interne la sfida del premier: “Draghi sotto assedio è tentato di mollare”. Con i partiti in campagna elettorale, si moltiplicano i fronti aperti dal fisco al decreto Sostegni. Il premier è furioso: resta in sospeso l’incontro con Salvini. Lega e FdI si alleano per abolire il green pass. Ma Pd e M5s bocciano la rpoposta in Aula. FI si astiene.
Il Fatto Quotidiano
Caso Open: Il Pd con le destre contro i pm di Renzi. Vogliono trascinare la Procura alla Consulta”. La Lega rompe sul decreto. I ‘bellissimi’ vanno a pezzi. Dopo il richiamo del premier, il carroccio vota con FdI per abolire il certificato verde. Maggioranza spaccata anche su quarantene e tamponi. Manovre: Il ‘green’ Sala ci riprova e lancia il Partito Verde (che già litica coi Verdi).
Il Tempo
Maggioranza in pezzi: “il governo vacilla sul green pass”. È guerra tra i partiti. Salvini: “È un nostro diritto migliorare le leggi in Parlamento”. E Berlusconi: “È il momento di norme meno stringenti”. M5s: Guerra del simbolo a Conte. Lady Casaleggio attacca l’ex premier: “Quel logo è di Gianroberto, M5s lo restituisca”.
La Verità 
Fallisce il blitz contro il governo, ma la maggioranza ora è decotta. Larghe intese agli sgoccioli. L’editoriale di Maurizio Belpietro: “Draghi deve sbarazzarsi della banda Speranza”. Presentato il partito anticertificato: la formazione di Gianluigi Paragone è stata rinominata ‘Italexit per l’Italia – No green pass”. Per i sondaggi può raggiungere il 5%.
Il Giornale
Fibrillazioni in maggioranza: “Meno restrizioni. Berlusconi-Salvini spingono Draghi”. La Lega sfida il governo chiedendo l’eliminazione del certificato verde. Crisi Ucraina: “Il governo è spiazzato, sfuma il vertice a Mosca. Gas, timori per il caos”. Di Maio: “Ora sanzioni senza tentennamenti”. Draghi segue la crisi e presto riferirà in Aula. Letta stoppa i referendum ma sarà garantista con Renzi. Il segretario annuncia il No ai quesiti sulla giustizia”. Ma oggi il Pd votera’ a favore dell’ex premier su Open. La linea del Piave di Draghi sono le riforme legate al Pnrr. Altrimenti fondi a rischio.


#Stampa #Palazzo #mondo #alle #prese #con #tensioni #Ucraina #governo #con #quelle #nella #maggioranza

fonte: https://www.agi.it/politica/news/2022-02-22/governo-tensioni-in-maggioranza-ucraina-15723712/